Menu
Escursioni in barca a vela Giglio Giannutri Escursioni in barca a vela Giglio GiannutriSkipper Club

Escursioni in barca a vela Giglio Giannutri

L’Arcipelago Toscano offre una delle più suggestionanti coste del litorale italiano. La Costa d’Argento è ricca di possibilità per chiunque voglia praticare sport all’aria aperta, al sole e al mare:è questo il caso delle escursioni in barca a vela nelle isole del Giglio e di Giannutri.

Nelle vicinanze del Monte Argentario, nella parte più meridionale dell’Arcipelago Toscano, si trovano le due isole di Giannutri e del Giglio, a distanza l’una dall’altra di circa 15 kilometri. L’Isola di Giannutri, detta anche “dei gabbiani” per la popolazione animale che la abita, e quella del Giglio, offrono due mete stupende per chiunque voglia rilassarsi all’insegna di un bel weekend in baeca a vela, sano sport e relax. Spesso le gite in barca a vela migliori durano anche solo 2/3 giorni: sono sufficienti per ammirare tutte le bellezze delle isole, nonché passare tanto tempo a bordo, a sentire la brezza del mare e a godersi la vita di bordo collaborando con molte altre persone per la navigazione.

Le bellezze dell’Isola del Giglio

Per quanto riguarda l’Isola del Giglio, le rade e le calette dove ormeggiare le barche sono molte e variegate.

La vita di bordo è veramente completa in queste zone: avventurosa, soleggiata, e ricca di esperienze e luoghi nuovi da esplorare. Una delle rade più famose è quella detta “La Piscina”, per la sua forma particolare e la sua bassa profondità (solo di 2,5 mt); famosa anche quella “delle Cannelle”, dove spesso molte barche si fermano per stare la notte; la gente poi spesso si ferma a cenare lì sulla barca o si reca in uno dei tanti ristorantini locati sulla spiaggia.

L’isola ha un totale di 28 km di costa, molto facilmente circumnavigabile: si inizia dalla Torre del Saraceno, per poi passare dalla Punta Smeralda fino a Punta Torricella; raggiungendo poi continuando a Sud la Punta del Capel Rosso, sovrastata dal grande faro, e si raggiunge così la costa occidentale, più impervia ma ugualmente bella: le località qui più famose e visitate sono la cala dell’Allume e la baia del Campese.

L’isola di Giannutri, invece, è ancora più “selvaggia” e incontaminata della prima. È un’isola piccola ma ricca di macchia mediterranea (specialmente boschi di conifere) e di grotte rocciose. La parte migliore dell’isola è specialmente quella rivolta a Sud, perché è l’ultima punta dell’Arcipelago Toscano verso il mare. Visto che però a Giannutri di spiagge non ce ne sono (la costa è tutta quanta rocciosa) bisogna fare ancora più attenzione allecondizioni metereologiche e a quelle del mare, se si vuole attraccare; inoltre bisogna calcolare ed effettuare bene l’ormeggio delle barche tra i vari scogli.

Gli ancoraggi ancora disponibili sono quelli di Cala Spalmatoio e Cala Maestra. In particolare, i fondi marini dell’isola sono molto belli e meta di molti amanti d’immersione. Infine, l’isola di Giannutri presenta una bellissima villa romana di Agrippa, che appartenne alla famiglia dell’imperatore romano Nerone.

Se consultando questo articolo non hai trovato quello che cercavi o hai delle richieste particolari da sottoporci non esitare a contattarci utilizzando il bottone sottostante!

Contatta lo staff di SkippeClub per avere maggiori informazioni e per un preventivo gratuito: concorderemo insieme, destinazione, itinerario, durata e tutti i dettagli dell’evento!
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Torna in alto
FaLang translation system by Faboba